Little big press → Book’s Space → Libri selezionati

littlebigpress2015
A DROP IN THE OCEAN
FRACTAL STATE OF BEING
IMMERSE
OASIS HOTEL
RAMYA
THE WINNERS
US’
III

16 set Little big press → Book’s Space → Libri selezionati

In occasione di FOTOGRAFIA 2015, Little big press focalizza la propria attenzione su 7 libri pubblicati fra il 2014 e il 2015 indagandone le singolarità attraverso una mostra in orizzontale e verticale, che pone in dialogo il progetto fotografico con l’oggetto libro e il lavoro del designer con quello del fotografo.

L’allestimento sarà integrato dalla trascrizione di brevi interviste ai fotografi e designer e arricchito, oltre che dalla presenza dell’oggetto libro, da elementi quali inserti o copertine, i primi dummies o materiali che sono stati d’ispirazione nelle varie fasi di progettazione e realizzazione.

Oltre ai 7 libri in mostra, saranno esposti in consultazione anche i 20 libri più interessanti fra quelli proposti. I libri entreranno a far parte della biblioteca di Little big press e rimarranno disponibili per la consultazione e usati nelle prossime mostre del progetto.

I 7 libri selezionati come finalisti più l’ospite speciale sono:

A Drop in the Ocean – Sergio Romagnoli, photos Sergio Romagnoli, Milo Montelli, book design Milo Montelli, Alessandro Calabrese, Editions du Lic, 2014.

Fractal State of Being, photos/book design Sara Skorgan Teigen, Journal, 2014.

Immerse, photos Daisuke Yokota, book design Valentina Abenavoli, Akina books, 2015.

Oasis Hotel, photos Nicoló Degiorgis, book design Nicoló Degiorgis, Walter Hutton, Rorhof, 2014.

Ramya, photos Petra Stavast, book design Hans Gremmen, Roma publications+FW: books, 2014.

The Winners, photos Rafal Milach, book design Rafal Milach, Ania Nalecka, GOST, 2014.

US’ Episode 1: Our Industry, photos Christopher J. Everard, book design Rob van Hoesel, 2014, Interlife+The Eriskay Connection.

III, photos/book design Robin Maddock, Trolley books 2011.

Gli altri 20 libri selezionati per la mostra sono:

After a while, photos Natalia Baluta, book design Julia Borissova, self-published, 2014.

Die Mauer ist Weg!, photos Mark Power, book design Ania Nalecka/Tapir Book Design, Globtik Books, 2014.

DOM (Document Object Model), photos/book design Julia Borissova, self-published, 2014.

Dreaming Leone, photos Alvaro Deprit, book design Michela Palermo, self-published, 2014.

Estranger, photos Yorgos Karailias, book design Maria Polan e Yorgos Karailias, Keher Verlag, 2015.

Ext-Int, photos Raimond Wouda, book design Robin Uleman, FW:books, 2015.

Ibidem, photos Giovanni Del Brenna, book design Heijdens Karwei, self-published, 2014.

Il dono e la minaccia, photos Federico Covre, book design Zaven (Enrica Cavarzan+Marco Zavagno), Documentary Platform Editions, 2014.

In the shadow of the Pyramids/Let the People, photos Laura El-Tantawi, book design SYB, self-published, 2015.

Landscape of Pressure, photos Kathrin Golda-Pongratz, book design Ignasi López, self-published, 2014.

L’Aquila e La Rana, photos Luca Massaro, book design Samuele Pellecchia e Alice Zani, LibriDiSam Edizioni, 2014.

La plume plongea la tête, photos/book design Sara Palmieri, self-published, 2015.

MAA, photos Indra Kumar Jha (aka Nate), book design Federico Carpani, self-published, 2015.

Myopia, photos Hillie de Rooij, book design Rob vaan Hoesel, The Eriskay Connection, 2015.

Paesaggi, photos Alessandro Dandini de Sylva, book design Filippo Nostri, self-published, 2015.

Presentiment, photos Yulia Krivich, book design Ania Nalecka, Fundacja Sztuk Wizualnych, Kraków, 2015.

Taking Off: Henry my Neighbour, photos found by Mariken Wessels, book design Mariken Wessels, Jurgen Maelfeyt, APE, 2015.

There’s Nothing Wrong with That, photos Reka Szent-Ivanyi, book design di Virag Bogyo, self-published, 2014.

This Equals That, photos Jason Fulford, book design Jason Fulford, Tamara Shopsin, Aperture, 2014.

You See – A Journey to Los Angeles and California, photos Christopher Anhalt, book design Stefan Kaetz, Homeparkpress, 2014.

Little big press è un progetto avviato nel 2010: una mostra annuale, una biblioteca e una libreria itinerante dedicata all’editoria fotografica indipendente e autoprodotta. Dalle prime mostre che facevano il punto su quanto di meglio pubblicato dall’editoria fotografica italiana e internazionale, e che hanno contribuito a diffondere in Italia la cultura del libro fotografico e al moltiplicarsi di eventi in cui i libri venivano considerati al pari di opere d’arte da esporre, Little big press ha approfondito la sua ricerca anche a livello espositivo, con mostre il cui obiettivo era mettere in evidenza le peculiarità della forma libro, il ruolo di editori e book designer nella sua realizzazione, le questioni legate da un lato a impaginato e materiali e dall’altro alla dimensione narrativa del progetto fotografico.