Fabio Barile: Homage to James Hutton

About This Project

 

Negli anni successivi al terremoto del 2009 a L’Aquila spesso la fotografia è stata usata per documentare la vita della comunità locale, dopo il disastro che ha causato 309 vittime e enormi danni al territorio. Homage to James Hutton sposta lo sguardo sull’enigma del paesaggio naturale della regione, sovrapponendo a vedute fotografiche disegni tecnici del geologo Antonio Moretti. Linee di diversi colori ricoprono le forme naturali, lasciando immaginare il novero di forze invisibili in azione su quei rilievi, formazioni rocciose, avvallamenti. Presi separatamente dalle fotografie i segni di Moretti appaiono come la diagnosi di fenomeni ineluttabili, sovrapposti alle fotografie diventano la chiave per cominciare a interpretare il paesaggio come un sistema complesso, non evidente. Spesso percepito come bellezza che si dà allo sguardo attraverso l’immagine fotografica, in questo modo il paesaggio naturale si trasforma in una forma di ricerca, una visione non da ricevere passivamente ma da interrogare con i propri occhi.

Text by

Fabio Severo

Category
MACRO, XIV edizione